Partire dall'usa e getta come soluzione, non come problema

Intervento di Lorenzo Pisoni del 1 Maggio 2022, Fondatore di PCUP srl


PCUP è una startup innovativa italiana la cui missione è fare del bicchiere in vuoto a rendere lo standard di servizio nel consumo fuori casa, al posto dell’usa e getta. La sperimentazione più rilevante finora riguarda il comune di Misano Adriatico, che grazie al bando Atersir ha riunito un primo nucleo di dieci bar sul lungomare in un circuito di bicchieri in vuoto a rendere condiviso, che verrà lanciato a giugno.


Questa sperimentazione non è ancora la riprova del successo e della replicabilità del nostro modello tecnologico ed economico unico al mondo, ma è l’incredibile opportunità di testarlo. Per ottenere questo risultato siamo partiti dall’assunto che il bicchiere usa e getta non è un problema, ma è la soluzione che gli esercenti hanno a disposizione per servire molti drink in asporto in poco tempo. Per questo qualunque seria alternativa in vuoto a rendere deve farsi carico delle esigenze di business di chi ha nell’usa e getta lo strumento per garantirsi i propri principali ricavi. Riconosciamo due ordini di esigenze diverse rispetto al vuoto a rendere:

  1. Minimizzare i rischi:

  2. Competitivo: il consumatore può percepire la cauzione come un aumento di prezzo

  3. Finanziario: l’esercente può non rientrare dell’investimento nel parco bicchieri riutilizzabile

  4. Gestionale: l’esercente può subire perdite per errori o frodi nel meccanismo cauzionale

  5. Commerciale: l’esercente può subire rallentamenti di servizio nel meccanismo cauzionale

  6. Contabile: l’esercente può incorrere in lavoro extra e multe nella registrazione delle transazioni di deposito

  7. Politico: l’esercente può entrare in conflitto con gli altri locali del circuito per il conguaglio delle cauzioni e dei bicchieri

  8. Massimizzare i ricavi:

  9. Competitivo: l’esercente può attrarre nuova clientela che crede nel vuoto a rendere

  10. Finanziario: l’esercente può anticipare l’incasso grazie al bicchiere al portatore

  11. Gestionale: l’esercente può raccogliere nuove metriche di servizio grazie al vuoto a rendere

  12. Commerciale: l’esercente può velocizzare il servizio grazie al bicchiere al portatore

  13. Contabile: l’esercente può trasformare una voce di costo del conto economico in un’immobilizzazione a stato patrimoniale

  14. Politico: l’esercente può ottenere potere negoziale verso le istituzioni e l’industria delle bevande

La nostra tecnologia basata su bicchieri sensorizzati con RFID e la relativa piattaforma gestionale incontra entrambi questi ordini di esigenze, andando a compensare gli oneri di gestione del vuoto a rendere con nuove opportunità di ricavi.


Post recenti

Mostra tutti

Intervento di Paolo Ricotti del 1 maggio 2022, Presidente di Planet Life Economy Foundation Per noi di Planet Life Economy Foundation che lavoriamo da quasi 20 anni sull’intera filiera della dell’econ

Intervento di Lucio Roncoroni del 1 Maggio 2022, Presidente di Consorzio Distributori Alimentari Il consorzio C.D.A. costituito nel 2008 opera nell’ambito della distribuzione all’ingrosso di bevande a

Il packaging usa e getta è una delle pratiche più inquinanti del consumo di cibi e bevande, perché presuppone uno spreco per ogni occasione di consumo ed è lo standard di confezionamento di interi mer